contro gli stereotipi
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  Lista utentiLista utenti  GruppiGruppi  RegistrarsiRegistrarsi  Accedi  

Condividere | 
 

 donna e famiglia riflessioni

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Rosa
Admin


Messaggi : 91
Data d'iscrizione : 24.06.08
Età : 29
Località : un po' ovunque

MessaggioOggetto: donna e famiglia riflessioni   Dom Lug 06, 2008 3:04 pm

Rispetto al passato ora lavoriamo certamente,ricopriamo ruoli che prima erano soltanto ad appannaggio maschile. Ma secondo la società il nostro ruolo è ancora quello della casalinga o della donna che deve occuparsi della famiglia.

In italia pochi uomini si occupano della casa, dei figli e degli anziani, non esiste spartizione di ruolo. Tutto è acarico della donna e rispetto al passato il ruolo è peggiorato visto che x darci parità di hanno fatto entrar enel lavoro ma ci hanno dato anche il peso della famiglia.

siamo quindi ammortizzatori sociali, e si pensa che il nostro lavoro sia secondario.


che ne dite?


secondo me gli uomini hanno inteso male la nsotra voglia di emanciparci o l'hanno usata x screditarci.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://donneemassmedia.forumattivo.com
openmiki



Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 09.07.08
Località : Non lo so più nemmeno io

MessaggioOggetto: Re: donna e famiglia riflessioni   Mer Lug 09, 2008 12:41 am

Ciao Rosa!

Rosa ha scritto:
Rispetto al passato ora lavoriamo certamente,ricopriamo ruoli che prima erano soltanto ad appannaggio maschile. Ma secondo la società il nostro ruolo è ancora quello della casalinga o della donna che deve occuparsi della famiglia.

Che amara verità.

Io faccio due lavori, uno dalle nove alle sei e un altro dalle otto a mezzanotte e la domenica; studio per una certificazione professionale; tengo pulite due case, quella dove abito, che è di mio padre, e quella di mia madre (ci torno al sabato); i bucati, mi occupo almeno una sera a settimana dei miei fratellini che fanno ancora le medie, li aiuto nei compiti, cerco di parlarci, gli insegno a usare il computer, cerco di mettere pace se litigano fra loro o con i genitori, e così via.

Poi la mattina in ufficio i colleghi mi raccontano di come loro giocavano con l'XBox mentre la mamma preparava la cena.

E mi viene una rabbia, ma una RABBIA che mi sento come se qualcuno mi avesse rubato un pezzo del corpo!



Rosa ha scritto:

In italia pochi uomini si occupano della casa, dei figli e degli anziani, non esiste spartizione di ruolo. Tutto è a carico della donna e rispetto al passato il ruolo è peggiorato visto che x darci parità di hanno fatto entrar enel lavoro ma ci hanno dato anche il peso della famiglia.

Perché gli uomini in famiglia anche se ti vogliono bene NON CAPISCONO!

Proprio non si rendono conto, non fanno altro che chiedere sempre di più!!
E se gli dici "ma che devo fare?? non vedi che già non rendo i resti così, che altro vuoi?"
ti rispondono: "ma come sei nervosa! Perché non ti vai a fare una passeggiata nel parco?" oppure "Eh sì, il bucato! ma lo fa la lavatrice, mica lo fai tu!"

e mi cascano le palle...
E se inizi a dare segni di squilibrio, la più bella:"ma che, hai le tue cose? ti son tornate?"

Poi dice, la violenza in famiglia... DIIIIO certi giorni SadSad


Rosa ha scritto:

siamo quindi ammortizzatori sociali, e si pensa che il nostro lavoro sia secondario.


che ne dite?


secondo me gli uomini hanno inteso male la nsotra voglia di emanciparci o l'hanno usata x screditarci.

A me pare che alcuni si nascondano dietro una comoda superficialità ("ma sì, non fare l'esagerata per due piatti..."), mentre altri semplicemente non riescono a vedere oltre il proprio naso, come se sentissero un discorso in Sanscrito.

In realtà ho sempre creduto che dovevo cambiare i MIEI atteggiamenti sbagliati, che era troppo comodo dare la colpa agli uomini... ma non ce la faccio più, davvero, non riesco a inventarmi più nient'altro.

Non fanno che chiedere.

Scusami... stasera è una serata così, mi sento proprio sfiduciata.

Sono così arrabbiata.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Jeanne88



Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 02.07.08

MessaggioOggetto: Re: donna e famiglia riflessioni   Ven Lug 25, 2008 10:59 am

io non ho fratelli e nemmeno un padre autoritario(che fortuna), quindi non sono costretta a fare le faccende di casa tutti i giorni, però lo vedo dalle mie amiche che, in poche parole, devono fare tutto loro a casa e i genitori sono altamente complici di ciò: i figli li riempiono a forza di mille interessi costono(basket, chitarra, nuoto etc), li scarrozzano dappertutto, e non lavano mai un piatto nè lo cucinano, le figlie invece non hanno neanche un interesse perchè se no poi si sentono in colpa se fanno spendere soldi alla famiglia, al massimo fanno teatro, ma sono delle vere e proprie babysitter/colf a tempo pieno, ottengono voti altissimi scolasticamente, ma i premi sono pochi. ogni tanto i genitori cercano di "comprarsele" facendo loro regali costosi quali cellulari, pc portatili etc


quando vedo le facce di quei fratelli che hanno il coraggio di aprire bocca per lamentarsi non so che gli farei...

una mia amica non si sente molto bene, soffre di depressione, il padre(uno di quelle persone che alzano la voce ogni due minuti) pensa che la soluzione giusta sia fargli fare i piatti, pulire la casa e tutte le commissioni che loro non possono svolgere, puntando sul senso di colpa che lei ha nei loro confronti ritenendo di essere inutile. nei momenti in cui non fa le faccende la sbattono tra tre dottori differenti, pagando pagando, perchè con i soldi si guarisce tutto, si deve guarire tutto!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: donna e famiglia riflessioni   

Tornare in alto Andare in basso
 
donna e famiglia riflessioni
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» riflessioni sul forum e su fb e sulla famiglia del cuore
» Riflessioni Esistenzialiste
» il difetto della donna...
» Donna musulmana innamorata di un ateo
» Famiglia allargata: e poi?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
LA QUESTIONE FEMMINILE :: La violenza in famiglia-
Andare verso: